.
 



 www.cortocorto.it
 



^ LaBase \ Song Contest

Dagli ideatori di Duel nasce LaBase \ Song Contest, la sfida concepita da CortoCorto rivolta a tutti coloro che scrivono canzoni. Anche questa volta si tratta di una sfida rivolta a musicisti, dj e musicofili dove, invece di sonorizzare uno spezzone di film come nel caso di Duel, bisogna canzonare un testo, sia esso un estratto da un romanzo, una poesia, un racconto. Il gioco si fa più duro e se nel soundtrack contest era sufficiente commentare musicalmente delle immagini, per LaBase servono cultura, sensibilità e tecnica. Bisogna in sostanza essere dei veri compositori alle prese con un libretto da interpretare attraverso atmosfere musicali suggestive, senza però tradirne il tema. La sfida coinvolgerà due contendenti alla volta che verranno giudicati dal voto del pubblico, come sempre espresso per acclamazione e registrato dall’implacabile applausometro. Per ogni sfida il vincitore avrà diritto ad una session di registrazione presso il CortoCorto STUDIO di Torino sotto la supervisione artistica di Mao.



LaBase \ Song Contest

ANNO DI CREAZIONE
: 2005
PRESENTATORE
: Mao
ARTISTI
: 42

LOCATION
: 3 | Torino (Giancarlo Murazzi, La Suoneria), Faenza (Meeting delle etichette indipendenti)

PRODUZIONE: CortoCorto
CATEGORIA:
live showcase, music showcase
WEB:
www.cortocorto.it/labase



Cronistoria
Artisti
Location
Presentazione

Intervista
Lettera aperta
Manifesto
Manuale per una nuova canzone d'autore



^ Cronistoria (data | artisti)

22|09|05 | Gli Spari Sopra vs Half Time (ospite: Vito Miccolis)
06|10|05 | Connessione gratuita vs Daisy in Vitro (ospite: Bunna & Cato)
20|10|05 | Dan Solo
03|11|05 | Talkin’ Drum vs Eridania (ospite: Stefano Sardo)
17|11|05 | Luca Morino

26|11|05 | Samle vs Toe!
05|07|06 | Banda Maraja vs Luis & The Moons feat. Marie
12|07|06 | TotòzingaroContromungo vs Didie Caria
19|07|06 | Nebbia feat. Pippoguitar & Giò Franco vs Santabarba
20|12|06 | Radio Flash Gospel Chair vs The Pure

17|05|06 | Blaugrana vs Post
24|05|06 | Nadàr Solo vs Scat
30|05|06 | Vittorio Cane vs Deian e L'Orsoglabro
07|06|06 | DJ Y vs Zoo Motion
14|06|06 | Pierlugi Pusole & Robi Vaio vs Corrado Ferri
21|06|06 | Mostritubo vs Peter Sharp & Robi Vitari
28|06|06 | Arsenico vs Grande Circo Barnum





^ Artisti 

Arsenico
Banda Maraja
Blaugrana
Bunna
Cato
Connessione gratuita
Corrado Ferri
Daisy in Vitro
Dan Solo
Deian e L'Orsoglabro
Didie Caria
DJ Y
Eridania
Giò Franco

Gli Spari Sopra
Grande Circo Barnum
Half Time
Luca Morino
Luis
Marie
Mostritubo
Nadàr Solo
Nebbia
Peter Sharp
Pierlugi Pusole

Pippoguitar
Post
Radio Flash Gospel Chair
Robi Vaio
Robi Vitari

Samle
Santabarba
Scat
Stefano Sardo
Talkin’ Drum
The Moons
The Pure

Toe!
TotòzingaroContromungo
Vito Miccolis
Vittorio Cane

Zoo Motion




^ Location 

■  Torino

Giancarlo Murazzi
Via Murazzi del Po, 10
10123 Torino

Suoneria - La Casa della Musica
Via Partigiani, 4
10036 Settimo Torinese (Torino)

■  Faenza

Meeting delle etichette indipendenti
Viale Risorgimento, 3
48018 Faenza (Ravenna)





^ Presentazione  

LaBase il nome del network di artisti fondato da Mao, che collaborano nella sperimentazione di nuove proposte circa la “canzone d’autore”.

Nel 2005 ne abbiamo abbastanza. Siamo attraversati da una crisi senza precedenti. La musica leggera ormai appartiene ad un sistema che difende privilegi per pochi restituendo stupidaggini per tutti. Per riappropriarsi della canzone d’autore come strumento di espressione e denuncia occorre partire da una ricerca e sgomberare il campo da superstizioni e stereotipi. La canzone d’autore non è territorio esclusivo di alcuni soggetti, gli “autori”, ma luogo (la forma canzone) sul quale transitano diversi generi musicali e diverse competenze (musicisti, interpreti, parolieri, fonici), attraverso una logica d’autore. La figura dell’autore è il risultato di un percorso che procede attraverso il testo, la musica e l’interpretazione di una canzone.

Nel mezzo del cammin del mio prossimo disco, mi ritrovai in una selva oscura, dove tutto appariva sfocato e scolorito. Decisi allora di risciacquare i panni nel Po, il fiume che bagna la mia città, Torino. Scesi ai murazzi e cominciai a incontrare alcuni giovani musicisti, per sentire quello che stavano suonando e fargli ascoltare quanto stavo producendo. Ne vennero fuori alcune collaborazioni, remixavo, proponevo dei cambiamenti per i brani che sentivo, inserivo i suggerimenti che avevo raccolto nelle mie canzoni. I nostri incontri non si limitarono alla semplice registrazione in studio di alcuni pezzi, ma produssero inaspettatamente interventi “live”, giacchè mi venne naturale invitare questi collaboratori a partecipare a Duel \ Soundtrack Contest, la sfida da me organizzata dove due contendenti presentano una colonna sonora originale per uno stesso spezzone di film. Sorprendente, si stava collaborando!

A quel punto compresi la necessità di uno strumento che allargasse questi incontri oltre i Murazzi, rendendoli pubblici attraverso un sito internet, degli spettacoli live e altro ancora. Su queste considerazioni nasce LaBase, il network aperto a tutti coloro i quali vogliono intervenire per un rinascita della canzone italiana. L’idea è molto semplice: gettare una base da cui partire per costruire un altro modo di fare canzone.


Giù il re dal trono! Facciamo spazio alla libertà!

Mao





^ Intervista

«La musica leggera ormai appartiene ad un sistema che difende privilegi per pochi restituendo stupidaggini per tutti», dice Mao. «Nello spettacolo de LaBase ascolti canzoni di tutti i generi, ma non ti riempi le orecchie di plastica. Ti confronti: artisti esperti, con artisti esordienti, con il pubblico. Il tutto assomiglia ad un talk show sgangherato,con ospiti, giochi e premi. Da morire dal ridere”. «Rimasi molto impressionato dall’esperienza dei Royalize: ideare un manifesto e chiamare la gente a parteciparvi attraverso la rete. Inoltre pensavo a quanto avevano dato al cinema moderno i ‘Cahiers du cinema’, attraverso la loro critica attiva» conclude Mao. Il network de LaBase dunque consente a chiunque di interagire con Mao sulla ricerca legata alla canzone d’autore.




^ Lettera aperta

Torino, 26 ottobre 2004

Ti scrivo per sottoporti uno strumento che insieme ad altri amici che collaborano a quest’attività abbiamo elaborato e stiamo diffondendo. Partendo dalla considerazione che la canzone d’autore è stata, e per certi versi è ancora, una delle espressioni più autentiche e significative della canzone italiana, inserita a buon diritto nel più ampio contesto del rinnovamento culturale italiano e in contatto con altre discipline (letteratura, cinema), vogliamo ri-avviare un confronto.

Confronto che è rivolto a produrre degli interventi accogliendo le esperienze che la critica e le opere stesse ci possono fornire. Un intervento quindi, che non è di ordine puramente teorico, ma anche pratico. A questo scopo abbiamo formulato un manuale, non per scrivere una ricetta di come si fanno le canzoni (in questo caso saremmo i “cocchi” delle case discografiche, nonchè dei matti!), ma per avere una base su cui confrontare la varietà delle soluzioni approntate.

Del resto è proprio questa necessità di studiare, di indagare e di concludere il tratto comune che informa tutto il materiale che fin qui ho raccolto per realizzare il mio prossimo disco e di conseguenza seguirò questo percorso per ultimare l'album cercando di contribuire a questa esperienza.

Siamo appena agli inizi ed è nostra intenzione cominciare a presentare questa proposta durante il Meeting etichette indipendenti che si svolgerà a Faenza dal 26 novembre 2004. Il modo in cui questo verrà fatto è ancora da definirsi e anche a questo proposito ti chiedo di segnalarmi eventuali idee o riflessioni.

Spero di non risultare invadente, ma il tuo aiuto è estremamente prezioso in una fase come questa. Prima di uscire allo scoperto e affrontarne serenamente le conseguenze, è necessario avere un contatto con persone competenti e di fiducia, quale io ti ritengo.

Allora grazie ancora per l’attenzione (per oggi la finisco qui!) ed a presto.

Un abbraccio,

Mao




^ Manifesto

LaBase è un collettivo di musicisti, interpreti e scrittori, fondato a Torino nell’autunno del 2004. LaBase ha lo scopo formale di ri-avviare un confronto circa la canzone d’autore oggi.

Nel 1960, ne avevano abbastanza. La musica leggera “cosmetizzata e plastificata” dalle convenzioni ed ipocrisie di un mondo di benpensanti, si diceva. Da allora, tuttavia, l’utilizzazione dei “cosmetici” e della “plastica” è aumentata a dismisura. Lo scopo supremo delle “canzoni cosmetiche” è di imbrogliare il pubblico. La musica leggera italiana era satura di stereotipi che la rendevano priva di qualunque carattere di novità e di ricerca. Non era più in grado di raccontare le trasformazioni della società e del costume italiano, ancorata a scimmiottare la tradizione melodrammatica. Le prime avvisaglie di questo cambiamento si erano avute nel 1958 quando Domenico Modugno con la canzone “Nel blu dipinto di blu” vinceva il Festival di Sanremo. Modugno era il primo a Sanremo ad eseguire una propria canzone. Spalancò la porta ai cantautori, i quali qualche anno dopo se la richiusero alle spalle. Congelati in uno sterile individualismo, individuano nel testo l’elemento portante della canzone… falsificandola!

Per LaBase l’azione dell’autore procede attraverso il testo, la musica e l’interpretazione di una canzone. È indispensabile quindi porre l’accento su tutte le figure che contribuiscono a questo tipo di scrittura. Qualcosa di importante in questo senso è stata l’esperienza fiorita intorno ai centri sociali nei primi anni novanta. Proprio queste esperienze hanno svecchiato la musica italiana, quantomeno per un certo periodo, mostrando la forza di “gruppi” che promuovevano nuovi generi, affrontando tematiche aperte e non necessariamente inclini a confermare lo “status quo”.

Oggi, una tempesta tecnologica ha spazzato via i clichè della produzione e distribuzione musicale. Per la prima volta chiunque può fare musica. Ma il risultato di un rinnovamento e democratizzazione della musica non è scontato! Più i media diventano accessibili, più l’avanguardia è importante. Avanguardia intesa non come atteggiamento snob verso la realtà circostante, ma di ricerca e indagine circa le nuove possibilità. Le novità tecnologiche nel campo della distribuzione e della produzione musicale e la politica delle grandi major hanno disperso questa esperienza. Nel primo caso si tratta di un fenomeno straordinario, in grado di offrire una vastità di soluzioni ancora tutte da esplorare, nel secondo si tratta di un ordinario risultato conseguito da alcuni soggetti che sono preposti alla produzione, promozione e distribuzione nell’industria discografica italiana. Sempre la stessa canzone.

Per reagire a questo “clima immobile” della realtà italiana e per sollevare il coperchio dal calderone delle canzoni italiane, LaBase presenta una serie di proposte. Una base su cui confrontare la varietà delle soluzioni approntate: un manuale per una nuova canzone d’autore.




^ Manuale per una nuova canzone d’autore

Istruzioni per un uso della musica dell’interpretazione e dei testi di una canzone:

1. registrare il brano in presa diretta (unica eccezione per le voci);
2. la canzone deve avere una durata compresa tra i 2'30'' ed i 4'30'';
3. non utilizzare effetti autotune per l'intonazione automatica;
4. segnalare i nomi degli autori di musica, testi ed interpretazione (inclusi quindi anche i tecnici del suono in quanto interpreti della registrazione);
5. scrivere degli appunti come quaderno di lavorazione.






© CortoCorto ®
(2002-2018)

info@cortocorto.it
www.cortocorto.it


(P)&(C)
Tutti i diritti riservati



Fotografia: © Federica Da Lio

Risoluzione ottimale: 1024x768px.